venerdì 16 ottobre 2009

alluvioni in italia


PALERMO - Sicilia nord-orientale ancora flagellata dal maltempo. Nella notte, tra le 4.30 e le 6.30, un violento nubifragio ha colpito Palermo e alcuni centri della provincia. Presi d'assalto il centralino dei vigili del fuoco e il 112 dei carabinieri: segnalati allagamenti in via Messina Marine, in viale Regione siciliana, in viale Leonardo da Vinci e in via Francesco Crispi dove l'ingresso alla stazione marittima, all'incrocio con via Amari, era inutilizzabile. Chiuso il sottopassaggio di via Belgio, in direzione Catania, dove i vigili del fuoco hanno usato le idrovore per risucchiare l'enorme quantità d'acqua che ha invaso la sede stradale. In via Messina Montagne stessa situazione in un sottovia; quattro gli automobilisti che hanno chiesto aiuto perché rimasti intrappolati.


PALAZZO CROLLATO - Un edificio in via Paolo Emiliano Giudici, nel centro storico a pochi passi dalla stazione centrale, è parzialmente crollato, così come alcuni solai in via Castro e in via Imperatore Federico. Difficoltà nei collegamenti con le isole minori: da Palermo non è partito l'aliscafo per Ustica, isolate Pantelleria e le Egadi. In nottata anche a Trapani e Porto Empedocle le navi sono state costrette a restare in porto.


FRANE A MESSINA - Notte di paura anche nella fascia jonica di Messina dove il maltempo ha colpito la zona tra Taormina e Santa Teresa di Riva, facendo straripare i torrenti e provocando frane e allagamenti. Particolarmente a rischio le aree a ridosso del torrente San Giovanni, Giardini Naxos, la zona mercato nel Comune di Santa Teresa di Riva e la contrada Sirina di Taormina, dove qualche auto è rimasta intrappolata nel fango. Sull'autostrada Messina-Catania si circola sulla corsia di sorpasso; all'imbocco della galleria Giardini c'è stato uno smottamento che ha in parte ostruito e reso inagibile la carreggiata e il tunnel è rimasto allagato. La nuova ondata di maltempo fa paura anche gli abitanti delle zone colpite dall'alluvione del 1° ottobre, tra Giampilieri.
16 ottobre 2009

Nessun commento:

Posta un commento